Scegli, compara e risparmia!

I Migliori Barbecue a Gas


  • Panoramica
  • Migliori Prezzi
  • Punteggi
  • Specifiche
  • Sistema di cottura
  • Numero bruciatori
  • Materiale
  • Accensione
  • Area di cottura
  • Pro
  • Contro
  • Amazon
  • Recensione

Guida al Miglior Barbecue a Gas

Sei un tipo che ama la cucina alla griglia ma vuole una soluzione semplice e veloce da usare? Stai cercando un barbecue che sia maneggevole e comodo da utilizzare e da spostare per ogni esigenza? Vorresti la soluzione migliore e più economica per grigliare per tutta la famiglia alla domenica? Il barbecue a gas è sicuramente la scelta migliore per tutte queste esigenze e non solo.

barbecue a gas di livello professionale con sei bruciatori e struttura in acciaio inox
I vantaggi principali dell’utilizzare il barbecue a gas sono sicuramente la facilità d’uso, è infatti molto simile alla cucina dei fornelli, la facilità di pulizia rispetto ai barbecue che utilizzano legna o carbonella, l’economicità del gas e l’assenza di fumi e odori che lo rendono perfetto anche se accesso all’interno di un condominio o in generale in spazi comuni. Esistono anche alcuni contro che però non sono sufficienti a considerare sbagliata la scelta di un barbecue a gas. Parliamo ad esempio di una trasportabilità limitata dato che è necessario muovere il barbecue, la bombola e i relativi tubi e griglie, la reperibilità del gas che non sempre si ha a disposizione in ogni località e i costi che anche nei modelli più piccoli non sono così bassi come per le griglie tradizionali.

Come si sceglie il migliore Barbecue a Gas?

Nella scelta del miglior barbecue a gas è necessario valutare alcuni aspetti che lo caratterizzano per acquistare il prodotto che meglio risponde alle nostre esigenze e che ci darà più soddisfazione. Per prima cosa va valutato l’uso che pensiamo di farne, un barbecue per una coppia o un piccolo gruppo di persone avrà delle dimensioni minori rispetto a quello adatto per le famiglie numerose o per chi fa grandi grigliate con amici e parenti.
0
Fattori da considerare

Gli elementi importanti da considerare sono la grandezza del barbecue a gas, quanto debba essere grande la superficie di cottura, le preferenze di accessori e funzionalità che vorremmo e la tipologia di gas utilizzata per alimentarlo per essere sicuri di avere a disposizione un fornitore che venda e ricarichi le bombole. Vediamo in dettaglio tutte le caratteristiche da conoscere per poter scegliere il miglior barbecue a gas.

Superfice di cottura

È il primo elemento discriminante da valutare perché è quello che determina per quante persone contemporaneamente sarà possibile cucinare e quali cibi si potranno preparare nello stesso momento, perché sappiamo che i piatti alla griglia sono migliori se mangiati appena pronti e ancora ben caldi. La grandezza della superfice di cottura è sicuramente la prima delle caratteristiche da considerare perché dobbiamo valutare al meglio il numero di persone per cui pensiamo di cucinare, tra le offerte in commercio si trovano infatti diverse soluzioni per soddisfare esigenze cotture minime pari a meno di dieci hamburger, per una preparazione media intorno ai 18 hamburger e per preparazioni per molte persone che arrivano fino alla possibilità di cuocere anche 30 hamburger in contemporanea. Per fare la scelta migliore basta pensare a quanto cibo si vuole grigliare allo stesso momento. Oltre alla superficie stessa della griglia, in molti modelli si trova anche a lato un vero e proprio fornello sempre alimentato a gas, uno strumento molto utile quando si vuole preparare sughi, contorni o paste da servire insieme alla carne o per riscaldare alimenti già preparati in precedenza. Ultima caratteristica della superficie di cottura ma non per importanza è il materiale con cui è costruita la griglia, in commercio infatti si trovano sia in ghisa con un’ottima capacità di trattenere il calore ma che necessità più accuratezza e tempo in fase di pulizia, o in acciaio inox che portano a un maggiore costo ma sono decisamente più veloci e semplici da pulire. Sempre in tema di superficie di cottura disponibile, è facile trovare modelli che hanno altri due piani, uno costituito da una piastra per i cibi più morbidi come i formaggi o molto piccoli che tenderebbero quindi a cadere tra gli spazi della griglia tradizionale e uno da una griglia rialzata per la cottura degli alimenti più delicati come le verdure che vanno posizionati a una maggiore distanza dalla fonte di calore.

Struttura e Dimensioni

barbecue a fa con quattro bruciatori e due piani di appoggio
La struttura del barbecue a gas è un importante elemento da valutare e bisogna sempre considerare che le dimensioni di questo tipo di strumento sono maggiori rispetto alla griglia classica che funziona a legna o a carbonella perché va sempre incluso lo spazio dedicato ad ospitare la bombola. Sempre in fase di valutazione di quale sia la grandezza migliore del barbecue per le nostre esigenze è opportuno tenere in considerazione se vogliamo utilizzarlo sempre nello stesso posto, ad esempio creando un’area dedicata in giardino e terrazzo o se potremmo volerlo spostare a seconda delle esigenze e in base al numero di ospiti. In generale esistono due tipologie diverse di barbecue a gas, la versione a incastro che si alimenta con la rete del gas domestico come avviene per i fornelli e la cucina, e la versione con carrello che ha una apposita bombola e una struttura formata da un carrello con vari spazi da dedicare ai diversi accessori e ai diversi elementi che compongono il nostro barbecue. In questo articolo considereremo la versione carrellabile che meglio si adatta alle necessità di griglia in giardino e terrazzo in base al numero di commensali e che prevede un’installazione più semplice perché necessita solo di una bombola e non di una ulteriore installazione del gas di casa. I modelli a disposizione distinti per dimensioni sono principalmente quattro:
    • barbecue a gas portatili: ideali per chi griglia ogni tanto, per chi vuole una soluzione da poter spostare a proprio piacimento, si trovano da appoggiare su superfici piane e non sono normalmente forniti di carrelli proprio perché piccoli e maneggevoli;
    • barbecue a gas piccoli: sempre per chi griglia occasionalmente ma non ha bisogno di una soluzione trasportabile, per barbecue da posizionare nel proprio giardino o terrazzo, perfetti per chi vuole spendere poco, ha uno spazio limitato e preferisce una soluzione più compatta, sono normalmente proposti con una struttura in metallo o in legno e hanno delle piccole ruote per permettere spostamenti seppur limitati;
    • barbecue a gas medi: sicuramente la soluzione più diffusa, perché consentono di preparare alimenti anche per gruppi di medie dimensioni ma allo stesso tempo non hanno ingombri eccessivi per chi ha uno spazio aperto ma non grande dove posizionarlo, la loro struttura prevede un carrello e una superfice di cottura anche doppia rispetto ai modelli piccoli, pur non essendo normalmente trasportabili prevedono comunque delle ruote per piccoli spostamenti;
    • barbecue a gas grandi: meno flessibili di tutti i modelli precedenti, adatti per chi cucina grandi quantità di cibo e per chi ha uno spazio ampio dove posizionarli dato che le loro dimensioni sono notevoli, all’aumentare della superficie di cottura a disposizione e delle funzionalità anche i costi di questo modello crescono in proporzione.
A prescindere dalla dimensione del barbecue a gas che scegliamo, bisogna considerare che la presenza di quattro ruote aiuta a muovere e spostare anche modelli grandi e particolarmente pesanti, mentre quando ci sono solo due ruote gli spostamenti risultano più difficili e limitati, proprio per questo si trovano spesso nei barbecue di dimensioni medio piccole.

Utilizzo e Pulizia

La superficie di cottura e le sue dimensioni sono sicuramente i due elementi principali da considerare quando si acquista un barbecue a gas, ma non sono le uniche. Altri due elementi molto importanti che incidono nella scelta del prodotto che meglio risponde alle nostre esigenze sono la facilità di utilizzo e il tipo di pulizia necessaria. Vediamo di seguito alcuni elementi che possono risultare molto utili quando si utilizza il barbecue a gas e che vanno valutati in fase di acquisto:
    • pietra lavica: questa lastra è perfetta per cuocere i cibi ma non a contatto diretto con fuochi e fornelli, perché il risultato sia qualitativamente ottimale deve essere di buona qualità perché andrà ad insaporire il gusto degli alimenti aromatizzandolo. Sarà inoltre necessaria una buona potenza di fiamma perché la lastra si scaldi in tempi relativamente brevi;
    • spazi per oggetti e ganci per utensili o panni: meno frequenti nei modelli economici ma molto comodi perché permettono di conservare nella stessa struttura del carrello gli strumenti che poi si utilizzano durante la preparazione e la cottura del cibo, dalle spezie per condire ai mestoli per girare la carne o mescolare i sughi che cuociono sul fornello laterale. Più si sale di gamma nella scelta del barbecue più si avranno soluzioni avanzate e molto comode per riporre tutti gli accessori necessari;
    • piani di appoggio: oltre alla superficie di cottura vera e propria, sono molto comodi dei ripiani dove appoggiare gli alimenti prima di cuocerli, dove prepararli o dove riporre strumenti che si utilizzano durante la cottura, nei modelli economici questi ripiani sono normalmente piccoli e in materiali non troppo robusti che necessitano di una pulizia profonda mentre nei modelli di fascia medio alta troviamo ampi ripiani in acciaio inox che risultano sia comodi sia davvero semplici da tenere in ordine e puliti;
    • luci e comandi: non si griglia solo di giorno, anzi per chi ama grigliare alla sera e alla notte sono sicuramente comode le luci che retro illuminano i comandi senza dover ricorrere a torce o a luci frontali, nei modelli di fascia alta si trovano anche luci che illuminano perfettamente l’area di lavoro per semplificare e molto il lavoro del grigliatore;
    • pulizia: è importante che tutti i componenti di cui è fatto il nostro barbecue a gas siano semplici e facili da pulire, in alcuni casi esistono degli accessori che facilitano ulteriormente questo compito come ad esempio dei cassetti o ripiani che raccolgono il grasso prodotto durante la cottura o i residui di cibo per una eliminazione veloce.

Funzionalità accessorie

barbecue a gas durante la cottura di salsicce e wurstel
Oltre alle funzionalità di base del nostro barbecue a gas, ne esistono di accessorie che possono indirizzare la nostra scelta di acquisto. Ad esempio, possiamo trovare degli indicatori che permettono una cottura e una gestione del barbecue a gas più semplice come quello della temperatura per monitorare quando si raggiunge il calore desiderato o l’indicatore del livello del gas per sapere sempre quando si dovrà sostituire la bombola o prevederne una di riserva. Ci sono poi altre funzionalità che ci permettono di realizzare tipi di cottura diversi come lo spiedo per il girarrosto, un vano friggitrice a lato che può sostituire il fornello, uno spazio apposito per tostare il pane e una superfice in pietra lavica per preparazioni dedicate come la pizza.

Marche e Prezzi

Come abbiamo visto la scelta del miglior barbecue a gas è legata alle necessità che vogliamo soddisfare e le diverse funzionalità che ci piace poter avere a disposizione. Per quanto riguarda le marche, ci sono principalmente tre grandi produttori di barbecue che vantano una grande esperienza e che offrono diverse linee per le varie fasce di prezzo.
I prodotti della Weber sono probabilmente la soluzione migliore sul mercato, con prodotti solidi e robusti, comodi carrelli con ampi ripiani di appoggio e vani per riporre utensili e attrezzature oltre a appositi spazi per appoggiare cibi prima e durante la preparazione e la cottura.
Un altro marchio che offre svariate soluzioni dall’ottimo rapporto qualità prezzo è la ditta Campingaz che propone vari modelli dotati di piastre in ghisa, fornelli laterali e sistemi di raccolta del grasso e dei residui per una facilità di pulizia una volta terminata la cottura. Infine, troviamo la proposta del marchio Sochef che offre barbecue a gas con sistema di cottura a pietra lavica, griglie rialzate incluse e comodi ripiani per la preparazione e la cucina. Per quanto riguarda i prezzi possiamo considerare che un barbecue a gas economico di piccole dimensioni ha un costo che si aggira sui 100€, per un modello di fascia media si passa ad una spesa intorno ai 200€, mentre le soluzioni più grandi e top di gamma possono arrivare a costare tra i 350€ e gli oltre 600€ per soluzioni molto accessoriate e che permettono di cuocere piatti per grandi gruppi e famiglie numerose.

Saremo felici di sapere cosa ne pensi

      Lascia un commento

      Tuttomigliore.it
      Logo
      Enable registration in settings - general
      Confronta prodotti
      • Total (0)
      Confronta
      0