Scegli, compara e risparmia!

I Migliori Seggiolini Auto


  • Panoramica
  • Migliori Prezzi
  • Punteggi
  • Specifiche
  • Gruppi di omologazione
  • Peso supportato
  • Dimensioni
  • Peso
  • Materiale
  • Conformità Europea ECE R44/04
  • Sistema di aggancio
  • Pro
  • Contro
  • Amazon
  • Recensione

Guida al Miglior Seggiolino Auto

mamma che sorride al figlio mentre indossa le cinture di sicurezza al seggiolino auto

Tra gli accessori che compongono il corredo base necessario ad accogliere nella nostra vita un neonato appena venuto al mondo, il seggiolino auto riveste un’importanza fondamentale. Il motivo è facilmente intuibile: scegliere il seggiolino auto migliore può permettere al nostro bambino di viaggiare in auto in tutta sicurezza. Considerando il fatto che l’automobile fa ormai parte della nostra vita quotidiana, portare i bambini in auto è un’esigenza che si manifesta se non proprio il primo giorno di vita, quantomeno il terzo: ovvero nel momento in cui il neonato potrà lasciare l’ospedale dopo il parto, per raggiungere l’abitazione. Il migliore seggiolino auto per neonati permette ai neogenitori di trasportare il loro bimbo in auto senza patemi: un bel sollievo vista la delicatezza dei neonati e le tante preoccupazioni che potrebbero già occupare la mente di mamma e papà.

I migliori seggiolini auto sono in grado però non solo di offrire sicurezza ai neonati, bensì di garantire la protezione necessaria durante i viaggi in auto per un lungo periodo di tempo: utilizzare un seggiolino per trasportare il bambino durante i viaggi in macchina è obbligatorio per legge fino a che il bambino non ha raggiunto i 150 cm di altezza. Grosso modo, dunque, fino alla fine delle scuole elementari. Ecco perché le migliori marche di seggiolini auto offrono anche modelli che possono “crescere” assieme al bambino, grazie a opportune regolazioni. Se avete già dato uno sguardo alla classifica del miglior seggiolino auto che abbiamo stilato per voi, ora è il momento di addentrarci nell’esame dei fattori discriminanti per la scelta del miglior seggiolino.

Cosa dice la legge

Prima di considerare uno per uno i fattori importanti per la scelta, vediamo brevemente cosa dice la legge. È importante infatti capire, prima di esaminare le caratteristiche tecniche del seggiolino auto per bambini, quali tipologie esistono e se vanno bene o no per il nostro caso specifico. La legge è piuttosto chiara riguardo ai seggiolini auto: sono obbligatori per tutti i bambini fino al raggiungimento dei 150 cm di altezza (a prescindere dunque dal peso). La legge italiana recepisce le più recenti normative europee in materia e, in base ad esse, suddivide i seggiolini auto in cinque gruppi che differiscono per due fattori: peso massimo consentito del bambino e altezza massima consentita. Anche la scelta del miglior seggiolino auto economico non può prescindere assolutamente da queste considerazioni; ad ogni modo ormai le migliori marche produttrici di seggiolini auto propongono tutte sul mercato modelli in linea con la normativa attuale. Basterà verificare l’omologazione (ne parliamo in seguito in un paragrafo dedicato) e il gioco è fatto. Vediamo ora i diversi gruppi in cui vengono suddivisi i seggiolini:

    • Gruppo 0: il miglior seggiolino auto del gruppo 0 è idoneo ad ospitare solamente bambini inferiori ai 10 kg di peso. È il seggiolino dedicato ai primi mesi di vita del bambino; di questo gruppo fanno parte le navicelle, che vanno montate in senso opposto rispetto alla marcia fino a che il bambino non avrà compiuto 15 mesi;
    • Gruppo 0 +: questo gruppo include i seggiolini auto che possono ospitare bambini fino ai 13 kg di peso; ne fanno parte gli utilizzatissimi ovetti, anch’essi da montare in senso opposto rispetto alla marcia fino a che il bambino non supera i 105 cm di altezza;
    • Gruppo 1: il miglior seggiolino auto del gruppo 1 può ospitare bambini di peso compreso tra 9 e 18 kg. È un vero e proprio seggiolino, con schienale piuttosto verticale e cinture di ritenuta interne al seggiolino stesso;
    • Gruppo 2 e 3: il miglior seggiolino auto dei gruppi 2 e 3 è in realtà quello che viene chiamato alzaseduta; nel caso del gruppo 2 si tratta di un rialzo con schienale che può essere utilizzato per bambini dai 15 ai 25 kg di peso e comunque fino ai 125 cm di altezza; nel caso del gruppo 3 l’alzaseduta è adatto per bambini di peso compreso tra i 22 e i 36 kg e di altezza compresa tra i 125 e i 150 cm.

Riassumendo, dunque, avremo: navicelle e ovetti (gruppi 0 e 0+), seggiolini (gruppi 0+/1) e rialzi/alzaseduta (gruppi 2 e 3).

Occorre però far notare che esistono anche seggiolini ibridi: sono quelli che accompagnano nella crescita il bambino e che “coprono” più gruppi. Ne parleremo nel paragrafo apposito, più sotto.

0
Fattori da considerare

Abbiamo già visto che il gruppo di appartenenza del seggiolino è un fattore importante da prendere in considerazione nella ricerca del seggiolino auto migliore; l’abbiamo lasciato fuori dai fattori di scelta veri e propri in quanto rappresenta un prerequisito. Il fattore più importante è, invece, l’omologazione, che vedremo per prima, dalla quale dipendono anche altri fattori di scelta. Bisogna anche considerare il fatto che da novembre 2019 il dispositivo anti abbandono è diventato un obbligo di legge per chi trasporta bambini in auto.

Omologazione

Per il trasporto dei bambini in auto è obbligatorio servirsi solo di seggiolini auto omologati, sembra superfluo specificarlo ma potrebbe capitare di imbattersi in modelli senza etichetta di omologazione. È facilmente verificabile il fatto che il seggiolino possieda l’omologazione e che essa sia quella corretta: sul seggiolino è infatti presente una bella etichetta arancione che riporta le informazioni che è necessario conoscere. La più importante delle quali è la normativa secondo la quale il modello è omologato: quella più attuale è la ECE R129. Questa è oggi il punto di riferimento dunque il nostro consiglio è quello di cercare un seggiolino omologato in base a questa normativa, in modo da poter stare tranquilli per i prossimi anni circa il fatto che il seggiolino sarà ancora a norma di legge. In commercio si trovano infatti anche modelli omologati secondo la normativa ECE R44: sono legali solo se omologati in base alla versione 03 o 04 di questa normativa (ECE R44/03 o ECE R44/04 sono le diciture da cercare in etichetta), mentre le versioni 01 e 02 non sono più a norma di legge dunque l’acquisto di un modello omologato secondo queste vecchie normative è assolutamente da evitare. L’etichetta arancione si trova solitamente sul retro o sul lato del seggiolino ed è facilmente individuabile nonché standardizzata proprio per favorire la sua fruizione da parte dei consumatori; verificate la sua correttezza prima di completare l’acquisto.

Sistema di aggancio

Avete sentito parlare del sistema Isofix ma non avete idea di cosa sia? Non siete i soli. Il sistema Isofix è un sistema di aggancio per i seggiolini auto integrato in molti modelli di auto, soprattutto quelli più recenti; per sapere se la vostra auto permette questo sistema di aggancio o se vi conviene cercare il migliore seggiolino auto senza Isofix vi basterà guardare i sedili posteriori: il sistema di aggancio si può individuare tramite due “fori” quadrangolari alla base dello schienale della seduta posteriore, oltre che dal fatto che molti modelli di auto dispongono di una piccola etichetta sul sedile stesso recante il marchio Isofix. Se la vostra auto è predisposta, questo sistema di aggancio può essere molto pratico e soprattutto sicuro: si serve di due staffe rigide che fuoriescono dal seggiolino e vanno inserite negli appositi fori presenti sull’auto, una terza staffa (inferiore o posteriore al seggiolino) completa il sistema di aggancio offrendo dunque tre punti di ancoraggio. È certamente più veloce agganciare un seggiolino con questo sistema rispetto a quello tradizionale che fa uso di una (o più) cintura posteriore; è anche leggermente più sicuro come sistema di aggancio, soprattutto perché elimina o quasi la possibilità di commettere errori nel momento di fissare il seggiolino all’auto.
Come appena accennato, i seggiolini auto sprovvisti di sistema di aggancio Isofix si fissano al sedile dell’auto tramite la cintura di sicurezza. Anche in questo caso, la compatibilità tra seggiolino e auto si può verificare tramite l’etichetta di omologazione, che riporta anche questo dato alla voce “compatibilità”. Le opzioni sono le seguenti: Universale/Universale Isofix, Semiuniversale/Semiuniversale Isofix, Specific. I modelli con compatibilità Universale andranno bene per qualsiasi tipo di automobile (dotata di sistema Isofix nel caso di compatibilità Universale Isofix); i modelli Semiuniversale andranno bene con alcuni modelli di automobili, da verificarsi nell’elenco fornito dal produttore (stesso discorso per la compatibilità Semiuniversale Isofix); infine, i modelli con compatibilità Specific sono realizzati appositamente per il modello di automobile indicata e possono essere usati solo su quella.

Sistema antiabbandono

seggiolino agganciato sul sedile posteriore con attacco isofix

Dopo tanto parlare e, purtroppo, parecchi casi di bambini dimenticati in auto finiti sotto ai riflettori della cronaca, il sistema anti abbandono per i bimbi in auto è diventato legge. È una legge piuttosto recente, introdotta a fine 2019, e bisogna specificare che non è ancora stato legiferato circa l’omologazione dei dispositivi in commercio. Sarà dunque il produttore di questi dispositivi a doverne garantire la conformità rispetto all’uso previsto dalla legge. In che maniera questo discorso ha a che fare con l’operazione di ricerca dei migliori seggiolini auto? Semplice, ad oggi si può già optare per un seggiolino auto con dispositivo anti abbandono integrato. Una bella comodità, soprattutto un punto a favore della sicurezza. Vale la pena specificare che questo sistema anti abbandono è obbligatorio per i seggiolini destinati a bambini da 0 a 4 anni di età: nessuno vieta però di usarlo anche oltre i 4 anni, può solo offrire un vantaggio in termini di sicurezza. Una curiosità che tornerà comoda, magari, a chi oltre al bambino ha messo in cantiere il cambio della proprio automobile: alcuni modelli di auto offrono il sistema anti abbandono come dotazione standard del veicolo stesso. Anche in questo caso, si può poi scegliere di utilizzare qualsiasi seggiolino in commercio (a patto che sia compatibile con il modello di auto per quanto riguarda il sistema di aggancio). Una comodità in più che vale la pena valutare in caso di acquisto di un’auto nuova.

Comfort e regolazioni

Abbiamo esaminato tante caratteristiche tecniche che quasi stavamo perdendo d’occhio ciò che rende un seggiolino auto il migliore in assoluto: il comfort previsto per il suo occupante. È un fattore di estrema importanza dal momento che alcuni bambini tendono già di loro a piangere frequentemente quando si trovano in auto, a soffrire un po’ il viaggio insomma, che può rivelarsi per loro un’esperienza non del tutto piacevole. Oltre alla sicurezza, allora, sarà necessario pensare alla loro comodità. Il seggiolino auto reclinabile può allora essere la scelta migliore per chi mette il comfort del bambino al primo posto: consente infatti di regolare altezza e inclinazione dello schienale. Altre regolazioni importanti da tenere presente sono quelle dei braccioli e del poggia collo: sono dettagli che possono fare la differenza, soprattutto se si opta per un modello che consente di seguire a lungo la crescita del bambino e che verrà dunque utilizzato per qualche anno. Un altro elemento centrale del comfort – nonché della sicurezza – è l’imbottitura del seggiolino: le migliori marche offrono modelli di seggiolini auto ben imbottiti, con imbottitura removibile per assecondare la crescita del bimbo e con una comoda imbottitura anche sulle cinture interne al seggiolino, quelle che devono stare a contatto con il bambino. Se sono removibili, inoltre, le imbottiture possono anche essere lavate facilmente. A proposito di cinture: devono essere comode e soprattutto comodamente regolabili. In questa maniera ci si assicura sia di non arrecare fastidio al bambino, evitando che stringano troppo, sia di trattenerlo con sicurezza a prescindere da peso, età e vestiti indossati. A livello di sicurezza, conviene anche assicurarsi che le cinture siano sì regolabili ma non facilmente apribili dalle manine del bambino quando sarà cresciuto. I rivestimenti scelti per il seggiolino auto devono essere anallergici e traspiranti, meglio se in fibre completamente naturali; i bambini possono anche trovarsi a fare lunghe dormite sul seggiolino, è importante offrire loro una superficie sicura, confortevole e non troppo calda. Infine, valutando il comfort offerto dai migliori seggiolini auto non si può prescindere dal discorso pulizia: con un bambino piccolo è scontato che ci si troverà a dover pulire spesso il rivestimento del seggiolino. Se questo è sfoderabile, è una comodità in più, stesso dicasi per il fatto che possa essere lavato anche in lavatrice.

Seggiolini ibridi

Fatte tutte le considerazioni circa gli aspetti che abbiamo esaminati, resta da decidere se si vuole approfittare dell’opportunità offerta da un seggiolino ibrido, ovvero quella di poterlo adattare alla crescita del bambino e non dover dunque acquistare un modello nuovo ogni volta che ci serve un seggiolino di un gruppo diverso. Alcuni dei migliori seggiolini auto per bambini offrono diverse regolazioni che permettono di “coprire” più di un gruppo: con il miglior seggiolino auto gruppo 1 2 3, ad esempio, si può portare il bimbo in macchina per parecchi anni (indicativamente, da 1 a 12 anni) senza dover cambiare modello. Certamente una comodità che vale la pena valutare, che porta con sé un prezzo di solito mediamente maggiore rispetto ai modelli “monogruppo” – ma ciò non è sempre vero – dovuto al fatto che i sistemi di regolazione del seggiolino per adattarlo alla crescita del bambino richiedono un progetto di costruzione più “elaborato”. Anche il migliore seggiolino auto gruppo 0+ 1 è una scelta pratica, in quanto permette di alloggiare bambini da 0 a 18 kg di peso (dalla nascita fino a circa tre anni). Qualunque sia la vostra intenzione, occorre documentarsi bene in fase di scelta perché non è sempre immediato orientarsi tra i vari gruppi secondo cui i seggiolini sono classificati dalla legge, soprattutto in caso di seggiolini ibridi: fate riferimento a questa guida e, ovviamente, all’etichetta di omologazione e alle informazioni fornite dal produttore del seggiolino.

Saremo felici di sapere cosa ne pensi

      Lascia un commento

      Tuttomigliore.it
      Logo
      Enable registration in settings - general
      Confronta prodotti
      • Total (0)
      Confronta
      0