Miglior Drone [Guida all’acquisto]

Chi si avvicina ai droni per la prima volta si chiede probabilmente quanto facile sia pilotarli, mentre chi sa già come si manovrano questi apparecchi radiocomandati ha interesse a sapere quali tipi di comandi sia possibile impartire loro.

Per questo raggruppiamo sotto l’etichetta “Facilità d’uso” tutte le caratteristiche che riguardano il pilotaggio dei droni, che interessano tanto i principianti quanto gli esperti. Consideriamo dunque che tipo di telecomando abbia il drone, quali comandi questo supporti e se vi siano funzioni che facilitano la manovra.

Un drone può venire controllato, a seconda del modello, da un radiocomando apposito oppure attraverso una app per dispositivi mobili. Il primo di questi due casi è il più comune, e anche se un tempo la diffusione del comando remoto tramite applicazione per smartphone era riservata a modelli di fascia medio-alta, oggi è possibile trovare anche diversi modelli economici che ne permettono l’utilizzo.

Per i principianti è sicuramente preferibile un drone con telecomando dedicato, poiché questi sono più intuitivi da usare, soprattutto per quando riguarda il coordinamento motorio. Normalmente questi telecomandi presentano due stick, simili a quelli dei controller delle principali console, e un numero variabile di pulsanti.
Dove è presente un’integrazione con app mobile, questa di solito offre un range di comandi un po’ più limitato, ma aggiunge la possibilità di sfruttare la funzione FPW, ovvero First Person View, che consente di riprendere video e scattare foto visualizzando in tempo reale quanto inquadrato dalla videocamera del drone.

Vediamo insieme quali sono i migliori modelli sul mercato.

IL MIGLIORE IN ASSOLUTO

NDJI Drone Phantom 3 Standard

Drone con fotocamera 2.7K / 12 Megapixel

Sistema di posizionamento GPS

Collegamento App DJI GO per statistiche di volo

Visita su Amazon

Premettiamo che questo drone è pensato specificamente per le riprese aeree e non per il volo acrobatico, per cui i comandi di volo sono molto semplici e il telecomando presenta un design essenziale, al contrario di altri droni i cui comandi presentano moltissimi tasti.
In più l’integrazione mobile è completa, vale a dire che per mezzo di un’applicazione gratuita è possibile controllare da smartphone o tablet sia il volo del Phantom 3, sia le riprese, con un ottimo livello di dettaglio.

Le funzioni sono moltissime: troviamo il “follow me“, ovvero “seguimi”, per farsi seguire dal drone ad una distanza costante, e troviamo anche decollo, ritorno e atterraggio automatici. Il Phantom 3 è un drone con GPS, per cui memorizza la posizione di decollo e può ritornarvi in automatico quando richiesto dal pilota, ma anche in altre situazioni di emergenza, ad esempio quando la batteria si sta scaricando e quando il segnale radio viene perso.
Grazie all’integrazione GPS è inoltre possibile pianificare anzitempo la rotta da far seguire al drone, anche se è necessario percorrerla la prima volta manualmente e impostare ciascuna tappa. A seconda che siate più o meno esperti, potete attivare o disattivare la headless mode.

Una caratteristica peculiare del telecomando è che questo allestisce una vera e propria rete WiFi per connettersi al drone e al vostro dispositivo mobile, per cui la trasmissione è al sicuro dalle interferenze. Le frequenze utilizzate sono 5 GHz, adatta alla trasmissione di immagini video in alta risoluzione e in tempo reale, e 922 MHz.
Infine, ricordiamo che il radiocomando è alimentato da batteria ricaricabile integrata, una caratteristica molto gradevole se pensate a tutti quei modelli che richiedono batterie da acquistare a parte. Una volta scarico è sufficiente dunque ricaricarlo tramite il caricabatterie incluso.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Fotocamera di eccellente qualità
  • Stabilizzazione immagini perfetta
  • Fotocamera controllabile da remoto
  • Comandi facili e intuitivi
  • Tanti sistemi di sicurezza
  • Vola anche su rotta prestabilita

Cons

Contro
  • La fotocamera non è sostituibile

 

 

IL MIGLIORE QUALITA’/PREZZO

TwoDots Technology Falcon Pro Camera Drone

Telecamera HD 720p

Controllo via app smartphone e telecomando

Funzione Auto-Hovering

Visita su Amazon

Il Twodots Falcon Pro è un drone di fascia medio-bassa, che rappresenta un’ottima soluzione intermedia per gli utenti che hanno già una minima esperienza di pilotaggio e cercano un dispositivo in grado di offrire prestazioni migliori rispetto ai modelli più economici. Questo vale per molte caratteristiche diverse, tra cui anche la semplicità d’uso. Il Twodots Falcon Pro è estremamente semplice da pilotare, e, anche se non presenta funzionalità particolarmente avanzate, può anche essere guidato tramite un’applicazione disponibile per Android e iOS. Questa permette di connettere il proprio smartphone al drone utilizzando una rete Wi-Fi, rendendo molto semplice registrare video o scattare foto.

Il radiocomando può essere tuttavia più pratico da utilizzare: dispone di due levette, con cui è possibile regolare sia l’altezza di volo, sia l’orientamento e i movimenti del drone. Inoltre sono disponibili pulsanti che permettono di utilizzare la headless mode, che permette di controllare più facilmente il drone, di attivare il decollo o l’atterraggio assistito, di regolare la velocità di rotazione delle eliche e attivare la modalità di auto hovering. Questa fa sì che il drone rimanga sospeso a mezz’aria senza necessità di regolare manualmente la sua posizione. A seconda della propria esperienza e delle condizioni meteorologiche sarà dunque possibile attivare diverse opzioni così da rendere il pilotaggio più semplice.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Utilizzo tramite radiocomando o app
  • Buona stabilità
  • Ottimo anche per principianti

Cons

Contro
  • Bassa definizione di foto e video
  • Qualche interruzione durante le riprese video

 

ECONOMICO MA FUNZIONALE

Syma X5SC Falcon Drone

Trasmettitore 2.4G 4CH e giroscopio a 6 assi

Fotocamera HD 2.0MP

Low-voltage indication

Visita su Amazon

Oltre ai classici quattro comandi direzionali, infatti, è dotato anche di comandi appositi per regolare l’assetto ove necessario, e di un pulsante singolo per l’esecuzione di capriole a 360°.
Ci sono due modalità di volo tra cui scegliere, una più semplice a bassa velocità adatta per imparare a volare, ed una ad alta velocità adatta ai piloti un po’ più esperti.
Sempre dal radiocomando è possibile controllare la fotocamera scattando foto o registrando filmati, anche se non è possibile visualizzare il punto di vista del drone in real time e bisogna dunque scattare o riprendere alla cieca.
È possibile, volendo, acquistare a parte la versione WiFi della fotocamera e integrarla con l’app gratuita Syma FPV.

Tra le funzioni segnaliamo la possibilità di volare in headless mode, in caso si trovasse troppo difficile tenere costantemente traccia dell’orientamento della parte frontale del drone.
Il radiocomando trasmette sui 2,4 GHz, un segnale veloce che permette un tempo di risposta rapido e che, come vedremo, conferisce una portata sufficientemente ampia per divertirsi a volare all’aperto. L’alimentazione del telecomando è a batteria e richiede 4 pile tipo AA che non troverete nella confezione: potete usare sia normali batterie usa e getta, sia delle ricaricabili.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Molto facile da pilotare
  • Piuttosto robusto in relazione al prezzo
  • Batterie extra a prezzo esiguo
  • Esegue anche manovre acrobatiche

Cons

Contro
  • La batteria in dotazione dura molto poco
  • Non si può volare in modalità FPV

 

 

SCELTA ALTERNATIVA

Parrot PF726203 Bepop 2

Prezzo: EUR 561,20
Da: EUR 699,90

Leggero, compatto e robusto

Camera da 14 MP

Skycontroller 2

Visita su Amazon

Il Parrot Bebop 2 FPV è un drone davvero eccellente, completo di tutto quello che serve per cominciare subito a volare: in dotazione infatti troviamo lo SkyController 2, un radiocomando Dual Band (2,4 e 5 GHz) molto facile da usare.
Possiamo anche scaricare l’app FreeFlight Pro sul nostro smartphone per effettuare il volo in soggettiva: è possibile sia fissare lo smartphone al radiocomando, sia usare solamente il telefono per il pilotaggio. Vi sono tre modalità di volo:

  • Joypad mode (default): compatibile sia con radiocomando sia con smartphone, è la modalità di default. Le due levette assolvono funzioni diverse, una per l’orientamento e la quota, l’altra per il movimento avanti/indietro
  • Normal mode: compatibile solo con smartphone, permette di controllare il movimento avanti/indietro semplicemente inclinando il telefono
  • Ace mode: compatibile solo con smartphone, controlla tutti i movimenti con l’inclinazione del telefono e attiva il controllo indipendente della videocamera

Tutte le modalità di volo sono headless, dunque ogni movimento è relativo alla posizione del radiocomando e non alla “testa” del drone, una modalità di volo per questo semplice e alla portata di chiunque.

Il Bebop 2 FPV è dotato di ricevitore GPS, utile non solo per localizzare il drone con precisione in qualunque momento, ma anche per memorizzare la posizione di decollo e permettere così il “ritorno a casa” automatico.
La videocamera integrata ha poi due interessanti funzioni per le riprese: il follow me e l’autoframing. Con la prima si può scegliere un soggetto che il drone seguirà poi automaticamente negli spostamenti, mentre nella seconda il drone rimane fermo ma fa in modo di mantenere l’inquadratura su un soggetto impostato. In modalità follow me sono poi disponibili alcune manovre automatiche per realizzare riprese particolari, ad esempio il volo circolare intorno al soggetto o il volo parabolico sopra il soggetto.
Non c’entra strettamente con la semplicità d’uso, ma ricordiamo che la confezione include anche gli occhiali Cockpitglasses da usare per il volo immersivo: indossandoli si avrà la sensazione di essere in volo, vedendo dal punto di vista del drone.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Lunga autonomia di volo
  • Riprese video e fotografiche di alta qualità
  • Tante funzioni utili per la regia delle riprese
  • Tempi di ricarica brevissimi

Cons

Contro
  • Memoria interna poco capiente e non espandibile

 

SCELTA ALTERNATIVA

Syma X5SW 4CH

3D rolling all-around

Versione Wi-Fi

Pronto a volare

Visita su Amazon

Il radiocomando è piuttosto completo e offre, oltre ai classici comandi direzionali, anche la possibilità di aggiustare l’assetto del drone e di selezionare due diverse modalità di volo, una semplice per principianti e una normale per chi è già capace di volare. Oltre a questi, troviamo un tasto per attivare o disattivare la headless mode, una ulteriore modalità di volo semplificato particolarmente comoda per i principianti, e un tasto per effettuare in modo semplice una capriola a 360°.

Inoltre la fotocamera montata sul drone consente, quando lo si desidera, di volare in modalità FPV, ovvero con la visione in tempo reale del punto di vista del velivolo. È sufficiente installare su smartphone o tablet l’app gratuita Syma FPV per vedere sul proprio dispositivo le immagini trasmesse dal drone.
Le funzionalità dell’app sono però limitate: non permette infatti anche di pilotare il drone, ma solo di visualizzare le immagini, scattare foto e riprendere video.

La frequenza di trasmissione del radiocomando è quella dei 2,4 GHz, abbastanza veloce quindi per ottenere una risposta rapida del drone ai comandi. La copertura come vedremo non è particolarmente generosa, ma abbastanza per permettere il volo anche all’aperto.
Come spesso accade per i droni di fascia di prezzo bassa, questo modello non viene fornito insieme alle batterie per il radiocomando: dovrete dunque procurarvi a parte quattro batterie tipo AA, usa e getta oppure ricaricabili.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Molto facile da pilotare
  • Visuale real time
  • Batterie extra a prezzo esiguo
  • Abbastanza robusto in relazione al prezzo

Cons

Contro
  • La batteria in dotazione dura molto poco

 

 

SCELTA ALTERNATIVA

Stabilizzazione a 6 assi

Auto hovering

Raggio d’azione: 30 m

Visita su Amazon

Il Twodots One-Two Snap è un drone di fascia economica dalle dimensioni estremamente ridotte, pensato per essere portato con sé e realizzare scatti da condividere rapidamente sui propri canali social. Può infatti essere facilmente trasportato in una tasca, e può essere controllato completamente tramite un’applicazione proprietaria disponibile sia per Android che iOS invece di sfruttare un radiocomando.

Questo può presentare diversi vantaggi per chi vuole utilizzare il drone in mobilità, dato che spesso i comandi a distanza richiedono uno spazio pari o superiore al drone stesso, oltre a un numero variabile di pile che rappresentano un ulteriore costo aggiuntivo. Tuttavia, la precisione del controllo via app non è sempre paragonabile a quella offerta da un comando dedicato e può essere soggetta a un maggior numero di interferenze, dato che la connessione al drone avviene via Wi-Fi e richiede che l’utente utilizzi il proprio smartphone in modalità aereo.

L’applicazione pensata per Twodots One-Two Snap presenta un’interfaccia molto simile a quella di altre app dello stesso marchio, con un meno principale dove è possibile attivare i controlli di volo o rivedere le foto e i video presenti nella propria galleria. Il pilotaggio del drone risulta abbastanza semplice e intuitivo: sulla schermata del proprio smartphone sono infatti riprodotti i pulsanti e le levette principali di un qualunque radiocomando, resi ancora più facili da riconoscere grazie a icone standard. Va notato che nonostante la fascia di prezzo bassa, il Twodots One-Two Snap permette di sfruttare una funzione di auto hovering, che stabilizza il drone in modo che stia sospeso a mezz’aria senza bisogno di continui aggiustamenti manuali da parte dell’utente, e di headless mode. È inoltre presente un pulsante dedicato al decollo e all’atterraggio assistito, ideale per i principianti.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Facilissimo da trasportare
  • Ideale per foto e video da condividere sui social

Cons

Contro
  • Poco stabile
  • Non ha protezioni per le eliche

 

SCELTA ALTERNATIVA

TwoDots Bluejay 2

Acrobazie aeree a 360°

Funzione Auto-Hovering

Raggio d’azione: 30 m

Visita su Amazon

Come altri modelli di fascia economica della stessa marca, anche il Twodots BlueJay 2 non dispone di alcun radiocomando che ne permetta il controllo, sfruttando invece un’applicazione proprietaria gratuita, disponibile sia per Android che per iOS. L’utilizzo di uno smartphone è dunque richiesto per poter pilotare questo drone, una caratteristica che può risultare positiva in termini di portabilità, visto che normalmente l’ingombro dato da un radiocomando è molto più significativo rispetto a un moderno smartphone, ma che può avere un costo se si considera la velocità di risposta da parte del drone e la stabilità del collegamento.

Questo avviene infatti tramite Wi-Fi, mentre tutte le altre connessioni dello smartphone vengono disattivate, compresa la possibilità di ricevere chiamate. Una connessione wireless di questo tipo può facilmente subire interferenze o incontrare problemi di improvvisa perdita del segnale, rendendo meno agevole il pilotaggio e rappresentando un potenziale rischio, anche se a differenza di altri droni di queste dimensioni il Twodots BlueJay 2 dispone di protezioni per le eliche, in modo da offrire una maggiore sicurezza in caso di urti, oltre a minori danni alle eliche stesse.
Per quanto riguarda l’interfaccia dell’applicazione, comunque, è importante notare che è sicuramente molto intuitiva, offrendo un facile accesso a tutte le principali funzioni del drone, come l’auto hovering, il ritorno automatico, il decollo e l’atterraggio assistito e la headless mode, rendendolo un modello adatto anche a chi non ha particolari esperienze di pilotaggio.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Molto compatto
  • Facile da pilotare
  • Dispone di protezione per le eliche

Cons

Contro
  • Utilizzabile solo in assenza di vento

 

SCELTA ALTERNATIVA

Il Twodots Go!!! GPS è un drone di fascia media che offre una serie di funzionalità ricercate soprattutto da chi ha già una certa esperienza nell’utilizzo di questi dispositivi. Come ci si può aspettare da un modello di questo tipo, è possibile controllarlo sia attraverso un radiocomando che sfruttando un’applicazione disponibile per Android e iOS. La connessione avviene tramite Wi-Fi e permette anche l’utilizzo della funzione FPV (First Person View), ovvero la possibilità di visualizzare in diretta le immagini registrate dalla videocamera.

Questo può rendere più semplice controllare non solo il volo, ma soprattutto le foto e le clip video da salvare, anche se consigliamo di fare pratica con questa funzione prima di utilizzarla per registrazioni di una certa importanza. Il radiocomando dispone di diversi controlli, che spaziano dalle levette necessarie per regolare movimenti, orientamento e altezza del drone, ai pulsanti per selezionare diverse velocità, per attivare il ritorno automatico, l’atterraggio assistito, l’arresto di emergenza o la calibrazione del GPS sugli assi X e Y.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Dotato di GPS
  • Action cam inclusa nella confezione
  • Possibilità di sostituire la fotocamera

Cons

Contro
  • Non è molto stabile
  • Qualità di foto e video poco soddisfacente
  • Bassa autonomia della batteria

 

Non sei soddisfatto? Eccoti la lista dei Droni direttamente da amazon.it

 Lista drone

 

Lascia un commento