Migliore Olio per friggere [Guida all’acquisto]

La scelta dell’olio per friggere

Sui fritti l’attenzione è molto alta ormai da diverso tempo: infatti sono stati individuati come i responsabili del rischio di incorrere in una serie di patologie, dalle malattie cardiovascolari fino al cancro. La moderazione è sicuramente la regola d’oro, come in tanti altri casi, ma è possibile ridurre al minimo i rischi per la salute e godersi lo stesso una buona frittura una volta ogni tanto.
Il primo passo da fare consiste nella scelta dell’olio più adatto: non si tratta di scegliere l’olio dal sapore preferito, ma di optare per un grasso di frittura che sia quanto più possibile “stabile” e sano. Preparatevi dunque alla possibilità di dover cambiare le vostre abitudini: non è detto che l’olio che avete usato fino ad ora sia anche il più sano!

Frittura in padella

Scegliere l’olio: le cose da sapere

Nella scelta dell’olio da usare per la frittura sono due le principali informazioni di cui tenere conto: il punto di fumo dell’olio e la percentuale di grassi saturi e insaturi che esso contiene. Queste due caratteristiche rivelano qualcosa del comportamento dell’olio alle alte temperature richieste per la frittura: il punto di fumo ci dice a quale temperatura l’olio comincia a bruciare, mentre la percentuale di grassi saturi e insaturi ci può dare un’idea di quanto rapidamente l’olio si altererà a causa del calore.

Il punto di fumo

È importante sapere a che temperatura l’olio inizia a bruciare, perché, al contrario di elementi semplici come l’acqua, che bollendo passa allo stato gassoso senza un’alterazione della propria composizione molecolare, l’olio è più complesso, e lo stress termico scatena delle alterazioni a livello molecolare. Se si arriva al punto di bruciare, queste alterazioni sono massive e l’olio ne risulta irrimediabilmente rovinato: a quel punto non si ha altra scelta se non quella di buttare l’olio e qualunque alimento vi sia stato immerso quando ha cominciato a fumare.
Scegliere un olio dal punto di fumo alto, resistente cioè ad elevate temperature, significa optare per un grasso di cottura che subisce meno rapidamente le alterazioni dovute al calore, in grado quindi di sopportare più a lungo la frittura. Determinare esattamente quale sia il punto di fumo di un olio è tutt’altro che semplice, poiché questo non dipende unicamente dai semi o dai frutti da cui l’olio è stato estratto, ma anche da come è stato estratto. In generale, infatti, gli oli ottenuti per spremitura tendono ad avere un punto di fumo più basso rispetto agli oli ottenuti per raffinazione. A grandi linee, comunque, sono note le temperature di fumo medie in base ai diversi tipi di olio, come avremo modo di vedere.

I grassi

La percentuale di grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi contenuti nell’olio è invece molto più facile da rilevare, poiché è semplicemente indicata tra le informazioni nutrizionali apposte su qualunque bottiglia d’olio. Affinché l’olio sia abbastanza stabile da sopportare bene la frittura è necessario che contenga una percentuale di grassi saturi e monoinsaturi maggiore rispetto alla percentuale di grassi polinsaturi. I grassi polinsaturi, o “liberi”, sono infatti quelli che si alterano più rapidamente con il riscaldamento, e gli oli che ne sono ricchi non sono quindi in grado di sopportare a lungo la frittura.

I migliori oli per friggere

La scelta dell’olio da usare per la frittura deve dunque risultare dalla considerazione congiunta del punto di fumo e della composizione lipidica: sono adatti gli oli ad alto contenuto di grassi saturi e monoinsaturi e con un elevato punto di fumo, mentre sono da evitare gli oli ricchi di grassi polinsaturi e con un basso punto di fumo. La tabella qui sotto vi può aiutare a fare la vostra scelta: come potete vedere gli oli adatti alla frittura sono diversi, e potete quindi scegliere quello che preferite.

Grassi saturi
Grassi monoinsaturi
Grassi polinsaturi
Punto di fumo
Olio di macadamia
12,5%
84%
3,5%
210 °C
Olio di oliva (raffinato)
14%
73%
11%
225 °C
Olio di arachidi
18%
49%
33%
231 °C
Olio di semi di sesamo
14%
43%
43%
232 °C
Olio di oliva (extra light)
14%
73%
11%
242 °C
Olio di riso
20%
47%
33%
254 °C

Come potete vedere, tra gli oli che si trovano comunemente nei supermercati ve ne sono diversi che possono andare benissimo per la frittura: quello di più facile reperibilità è senza dubbio l’olio di oliva, né vergine né extra vergine. Queste due varietà non raffinate, infatti, sono meno indicate per la frittura rispetto alle varietà raffinate. Una buona alternativa è rappresentata dall’olio di arachidi, o da quello di semi di sesamo. Vediamo insieme quali sono i prodotti migliori!

IL MIGLIORE IN ASSOLUTO

Olio di cocco biologico meracus

Olio di cocco biologico di alta qualità

Contiene acido laurico

Ideale anche per gli animali

Visita su Amazon

Questo olio di cocco biologico (LAT cocos nucifera) è ottenuto da noci di cocco coltivate biologicamente, che vengono lavorate delicatamente a freddo. Ciò preserva i preziosi ingredienti e la delicata e tipica fragranza e gusto del cocco. L’olio di cocco ha un contenuto molto elevato di acido laurico. È altamente riscaldabile e quindi ideale per cucinare, cuocere e arrostire. È anche ideale per la cura del corpo e dei capelli. Consigli sul consumo: utilizzare olio di cocco come sostituto del burro o perfezionare i piatti principali, le zuppe, i gelati e le bevande. Nota: non conservare in frigorifero per mantenere la spatolabilità.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • 100% Biologico
  • Alta qualità
  • Prezzo ottimo

Cons

Contro
  • Non molto profumato

 

 

IL MIGLIORE QUALITA’/PREZZO

Friol olio per friggere 1000 ml

Frigge croccante e asciutto

50% di grassi saturi in meno

Punto di fumo 230° C

Visita su Amazon

Friol, nato nel 1985 come il primo olio specialistico per frittura in Italia è stato rilanciato appunto nel 2017, nel retail, con una ricetta senza olio di palma, capace di offrire una performance di frittura migliore rispetto alla versione storica. La sua nuova formula ha il 50% di grassi saturi in meno rispetto alla formula precedente e possiede un’alta percentuale di olio di semi di girasole “alto oleico” che garantisce un punto di fumo più alto della formula precedente, consentendo un aumento della vita utile dell’olio e un incremento della resa in termini di quantità fritta.

I consigli di Friol – Friggi in abbondante olio e non salare durante la frittura – Per ridurre la superficie a contatto con l’aria è bene usare padelle profonde – Sgocciola il fritto su carta panno e sala mentre è ancora caldo – Non utilizzare l’olio più volte Temperature normali di frittura patatine e crocchette 180° pollo, pesce e dolci 180° verdure e cotolette 170°

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Pochi grassi saturi
  • Punto di fumo molto alto
  • Ottima frittura

Cons

Contro
  • Poco gusto

 

ECONOMICO MA FUNZIONALE

Giglio Oro Olio di semi di girasole

Confezione da 1 L

Olio di semi di girasole

Gusto leggero

Visita su Amazon

L’olio di semi di girasole Giglio Oro, dall’aspetto chiaro e limpido, è fonte naturale di vitamina E. Per il suo gusto leggero Giglio Oro Girasole è ideale per la preparazione di ottime maionesi, sott’oli e salse delicate, per friggere e per tutti gli usi di cucina. Punto di fumo 225°C. Si consiglia una dieta varia e uno stile di vita sano

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Con vitamina E
  • Elevato punto di fumo
  • Gusto leggero

Cons

Contro
  • Confezione non molto resistente

 

 

SCELTA ALTERNATIVA

Pietro Coricelli Olio di Vinacciolo

Bottiglia in vetro da 1 litro

Estratto dai semi all’interno degli acini d’uva

Ricco di acidi grassi insaturi

Visita su Amazon

Estratto dai semi che si trovano all’interno degli acini d’uva, è ottimo in cottura e come condimento delicato. Utile rimedio, è uno straordinario tonico, con cui si preparano maschere per la pelle e scrub fai-da-te.
Ricco di acidi grassi insaturi. La sostituzione nella dieta dei grassi saturi con grassi insaturi contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.

Provalo a crudo per condire insalate e formaggi freschi, o come olio da frittura per il suo alto punto di fumo di circa 240°C.

PRODOTTO CERTIFICATO VEGANOK

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Ricco di acidi grassi insaturi
  • Punto di fumo molto elevato
  • Certificato Veganok
  • Tanti utilizzi

Cons

Contro
  • Inodore e con poco gusto

 

SCELTA ALTERNATIVA

Olio di Avocado vergine biologico

Puro al 100%

icco di vitamine, minerali e acidi grassi

Con acido oleico

Visita su Amazon

Quest’olio viene estratto tramite la pressatura della polpa del frutto. Questo olio vergine non viene raffinato in modo da mantenere il suo contenuto di sostanze nutrienti.
L’olio di Avocado alimentare biologico è ricco di sostanze nutritive e vitamine. Molto nutriente, salutare e gustoso. Un’alternativa più salutare rispetto ad altri grassi vegetali. Contiene acidi grassi monoinsaturi che sono molto più salutari rispetto agli acidi grassi saturi. Questi sono i cosiddetti “grassi buoni”, necessari per la salute e il benessere quotidiani.
Rendi le tue ricette più gustose e salutari con questo olio di Avocado alimentare biologico. Consigliamo di aggiungerlo ai piatti a fine cottura per migliorarne il sapore, in quanto il calore può privare l’olio delle sue sostanze nutritive. Ideale per insalate, frullati, salse, condimenti, zuppe o per essere aggiungi a pasta o verdure prima di servirle.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Con acidi grassi monoinsaturi
  • Ricco di sostanze nutritive e vitamine
  • Non raffinato

Cons

Contro
  • Prezzo elevato

 

 

SCELTA ALTERNATIVA

De Cecco Olio Extra Vergine

Ottenuto da oli extra vergine di oliva originari dell’unione europea

Metodo classico

Tanti usi

Visita su Amazon

L’Olio extra vergine di Oliva “Classico” De Cecco nasce dall’esperienza della famiglia DE CECCO che ne cura personalmente la selezione. È un olio di elevata qualità che si distingue per il suo colore giallo oro dai riflessi verdi e per l’odore netto di oliva con accenni di toni erbacei. Il suo sapore è pieno, gradevole ed equilibrato, la sua armonia è capace di soddisfare i palati più esigenti esaltando il gusto di ogni pietanza.

IN CUCINA: È ideale per tutti gli usi, sia a cotto sia a crudo. Ottimo per le fritture.
Disponibile in formato da 1 lt, 750 ml, 500 ml, 250 ml e lattine da 3 lt e 5 lt.

Olio di oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Alta qualità
  • Ottimo odore
  • Ottenuto direttamente dalle olive

Cons

Contro
  • Gusto non eccezionale

 

SCELTA ALTERNATIVA

Carapelli Frantoliva Olio di Oliva

Miscela di oli raffinati e vergini

Tanti usi

Sapore delicato

Visita su Amazon

Ottenuto dalla miscela di oli di oliva raffinati e oli di oliva vergini, Frantoliva è consigliato sia per condire che per cucinare ogni giorno con qualità. E’ ideale per chi preferisce una cucina dai sapori delicati e sceglie un condimento che non modifica il sapori dei piatti.

Olio contenente esclusivamente oli d’oliva che hanno subito un processo di raffinazione ed oli ottenuti direttamente dalle olive.

L’olio di oliva è molto sensibile a luce e calore, per cui è importante conservarlo correttamente per evitare processi di ossidazione che possono rendere l’olio rancido. È consigliabile:

  • Tenere la bottiglia in luogo fresco e asciutto al riparo da fonti di calore e sorgenti di luce
  • Conservare l’olio d’oliva ad una temperatura di circa 14° centigradi.
  • Conservare l’olio d’oliva nella sua bottiglia di vetro scura oppure in un contenitore d’acciaio inossidabile

Se conservato in modo corretto l’olio d’oliva può durare anche più di un anno.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Lunga conservazione
  • Sapore delicato
  • Miscela di oli raffinati e vergini

Cons

Contro
  • Prezzo un pò elevato

 

SCELTA ALTERNATIVA

Olio di riso Scotti

Sapore dolce

Piacevole profumo di noci 

Con vitamina E

Visita su Amazon

Questo Olio di riso ha sapore dolce e un piacevole profumo di noci che puoi apprezzare sui cibi freddi e sulle insalate. Se lo utilizzi per friggere, ti accorgerai che dona fragranza e leggerezza ai piatti, grazie alla suo elevato punto di fumo che ne garantisce elevata stabilità e resistenza alla alte temperature.

Tre cucchiai di olio di riso al giorno apportano al tuo organismo 10g di acido linoleico, un nutriente che nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata, contribuisce a mantenere normali livelli di colesterolo. La presenza di vitamina E inoltre protegge le cellule dallo stress ossidativo.

Pro e Contro

Pros

Pro
  • Alto punto di fumo
  • Con vitamina E
  • Aiuta una dieta sana

Cons

Contro
  • Prezzo un pò elevato

 

Lascia un commento