Migliore sigaretta elettronica [Guida all’Acquisto]

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Febbraio 7, 2019

    […] Vi sembrerà impossibile, ma fidatevi di me, vi parla qualcuno che ci è passato. Il mio metodo è stato quello di passare alla sigaretta elettronica, continuavo ad avere il relax, l’anti stress, la pausa, la compagnia (o chiamatela come volete) di quando fumavo una vera e propria sigaretta. Sono partito ad un livello di nicotina che raggiungeva un livello molto alto ovviamente. Fumavo circa 30 sigarette al giorno e un giorno mi sono fatto coraggio. Ho detto basta. Ci ho provato ma dopo due giorni avevo di nuovo la sigaretta in bocca. Ovviamente non avrei mai potuto smettere da un giorno ad un altro. Così mi sono creato un piano d’azione, la prima settimana avrei fumato i ¾ delle sigarette giornaliere fumando per il restante ¼ la sigaretta elettronica. Dopo 1 settimana per 1 mese ne ho fumate la metà. E dopo questo mese per 2 mesi ne ho fumate 3 al giorno (colazione, pranzo cena). Finalmente dopo questi 3 mesi sono riuscito a ridurre ad una sigaretta al giorno per altri 3 mesi. E conclusi questi 3 mesi sono riuscito tranquillamente a rinunciare alle sigarette. Oggi continuo a fumare la sigaretta elettronica continuando ad avere quella tranquillità e quel relax che avevo prima fumando la sigaretta, ma fidatevi, le differenze si sentono. Nel cibo, negli odori, in una passeggiata, nell’attività fisica, nei lavori domestici, a lavoro, ovunque. Vi voglio consigliare un sito che ho cercato prima di scrivere questa guida per scegliere la sigaretta elettronica in base alle vostre personali esigenze http://www.podior.com/migliori-sigarette-elettroniche-consigli/ […]

  2. Febbraio 7, 2019

    […] Alcuni pensano che sia soltanto una moda, altri ritengono che non si tratti altro che di una soluzione passeggera, una breve e inutile parentesi tra una sigaretta e l’altra. E invece la prassi ha dimostrato finora che le sigarette elettroniche funzionano e sono in grado di aiutare le persone a smettere pian piano di fumare. L’aspetto positivo principale delle sigarette elettroniche sta anzitutto nella capacità di allontanare le persone dagli ingredienti e dalle componenti più pericolose delle sigarette normali ed usuali: ed infatti l’assenza sia del catrame che del tabacco permette di dare sicuramente meno effetti negativi nei confronti dei vostri polmoni, che altrimenti ne soffrirebbero sempre. Questo però non è un bene solo ed esclusivamente per il fumatore, bensì anche per chi gli sta intorno, dal momento che le sigarette elettroniche rendono di per certo meno nocivo anche il fumo passivo, oltre a togliere quel fastidioso odore che rimane sempre appiccicato ai vestiti. La maggiore difficoltà che le sigarette elettroniche si portano dietro è sicuramente il primo approccio. Molti dei fumatori, sia tra i più accaniti sia tra i fumatori di primo pelo, pensano che le sigarette elettroniche siano inutili, e soprattutto che non siano minimamente in grado di eliminare il desiderio morboso di mettere in bocca una vera e propria sigaretta. Al contrario, le sigarette elettroniche dimostrano ben presto di essere in grado di sostituire le sigarette non solo come passatempo, ma anche e soprattutto nella mente del fumatore, eliminando l’ossessione per la sigaretta classica e facendo subentrare quella per una meno nociva sigaretta elettronica. D’altronde, alcuni ritengono che il passaggio dalla sigaretta elettronica allo smettere di fumare non è così difficile, e anzi costituisce un ulteriore vantaggio che non fa altro che invogliare ulteriormente ad acquistare una sigaretta elettronica e le relative ricariche. Ecco una guida per scegliere la migliore sigaretta elettronica. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *